Sei come sei

Scorrendo la lista dei titoli nella biblioteca comunale, lo sguardo mi è caduto su un libro come tanti, che però ha fatto squillare in me un campanello d’allarme. L’ho preso, ho letto la quarta di copertina, e mi sono ricordato di una polemica scoppiata 2-3 anni fa in un liceo di Roma relativa a questo libro giudicato “pornografico” da alcune organizzazioni diciamo un po’ … conservatrici.

L’ho preso in prestito e l’ho letto. Bel libro, che di pornografico non ha veramente niente, ma racconta una piccola storia, purtroppo realistica anche ora, nel 2017, in Italia. La storia di una ragazzina con due papà che ad un certo punto perde il papà biologico e con lui anche l’altro papà che per la legge non è nessuno (e che la famiglia del papà biologico, tanto brava ed onesta, non fa niente per aiutarlo a stare vicino alla figlia, ovviamente solo per “proteggere” la ragazzina, sia chiaro). E così il libro si dipana tra le avventure della ragazzina che, bullizzata a scuola, ha una reazione rabbiosa che la spinge a scappare via ed andare alla ricerca dell’unico papà che le è rimasto e la storia d’amore tra i due uomini e delle motivazioni che li hanno poi portati ad affrontare un percorso genitoriale.

Temi delicati, temi attuali visti che ancora oggi il genitore non genetico (che sia uomo o donna) non ha   alcun diritto, e neanche alcun dovere,  verso un minore anche se questi da sempre lo ha chiamato mamma o papà, e con lei (o lui) ha fatto la pappa, è andato al parco giochi, ha giocato e si è accoccolato a guardare un cartone animato .

C’è chi potrebbe dire che la storia raccontata rappresenta un caso limite, purtroppo non è così, anche perchè oltre alle disgrazie esistono anche le separazioni, nè più nè meno di quello che capita alle coppie eterosessuali.

sei

Una lettura interessante  senza essere troppo impegnativa .

I maestri di tuina

Tui-na è un energico massaggio cinese (premere ed afferrare è il significato del nomea) che viene effettuato in genere da massaggiatori ciechi. Esistono in Cina molti centri massaggi dove gli operatori vivono in una sorta di comunità di non vedenti, condividendo non solo l’ambiente di lavoro, ma anche il cibo ed l’alloggio.
E’ questo l’ambiente in cui si svolge la storia raccontata da Bi Feiyu, scrittore cinese di una certa fama in patria (e non solo lì) che è centrata sulla storia d’amore tra il dottor Wang, uno dei migliori massaggiatori di tuina, ed un’altra massaggiatrice, anche lei cieca. Storia che poi si incrocia con tante altre storie che evolvono nel microcosmo costituito dai massaggiatori del centro, gli altri impiegati (vedenti) ed i clienti dello stesso.
E notevole è il modo con cui il lettore diventa spettatore quasi partecipe delle emozioni, delle sensazioni, della diversa sensibilità dei non vedenti, della loro diversa capacità di cogliere i significati di gesti, intonazioni della voce, rumori e del diverso modo che hanno di esprimere (o non esprimere, e perfino reprimere) i propri sentimenti.
Una lettura piacevole e scorrevole, con un finale aperto che lascia un po’ sconcertati, e ci affida la responsabilità di immaginare come certe vicende andranno a concludersi.

Inganno

Cosa succede se lui ti chiede come ti sei fatta quel livido sulla coscia?
 
Gli dirò la verità. Dico sempre la verità. Così non possono mai beccarti a dire una bugia.
 
Cosa gli dirai?
 
“Mi sono fatta questo livido durante un torrido amplesso con uno scrittore disoccupato in un appartamento di una casa senza ascensore a Notting Hill”. Suona come uno scherzo stupido ed io conservo l’illusione di essere una donna onesta
Questo breve brano è tratta appunto da Inganno, di Philp Roth. Scrittore americano di enorme successo. Una scrittura non agevole da gustare, in questa opera ancor più esasperata dalla voluta frammentazione della narrazione che obbliga il lettore a ricostruire, ad immaginare, i pezzi mancanti del puzzle.
Il libro, come si può evincere anche dal brano qui sopra, è soprattutto una raccolta delle conversazioni  tra due amanti adulteri, uno scrittore americano ed una donna inglese, che si svolgo prima o dopo aver fatto l’amore in un alloggio di fortuna (e la foto che appare in copertina è quantomai significativa . Piccoli frammenti a volte apparentemente quasi insignificanti, ma che nell’intero contesto assumono una loro valenza.
Una lettura impegnativa.
inganno