Budapest

A volte capita di fare una follia, di cogliere al volo una occasione per una tre giorni fuori dalla routine. Questa volta si è trattato di un viaggio a Budapest, complice una offerta superscontata in periodo di bassa stagione.

Temevo il freddo ma il clima è stato clemente e non è stato diverso dal clima invernale di Roma (ma mi dicono che in inverno fa così freddo che capita che il Danubio ghiacci).

La città è carina e merita una visita, ma la cosa che più mi ha sconvolto è stata la efficienza dei mezzi pubblici. La puntualità dei tempio di passaggio (indicati ad ogni fermata), la frequenza dei mezzi, la linearità della rete integrate bus-tram-metropolitana, ha per un abitante di Roma dell’incredibile.

Qualcuno dirà che Budapest è più piccola, e che in periferia le cose sono diverse (ma l’albergo era tutt’altro che centrale eppure … e Budapest ha poco meno di 2.000.000 di abitanti, diciamo la metà di Roma). Resta il fatto che noi sui trasporti siamo da terzo mondo, e lo resteremo temo ancora a lungo. E che costeggiare in tram il Danubio è veramente affascinante!

TramNumero2Budapest

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...