ILVA

E’ scoppiata la grana ILVA, i sindacati minacciano lo sciopero ad oltranza, il ministro disdice all’ultimo minuto l’incontro con la Ancelor Mittal, la nuova proprietà, che a sua volta si dice sconcertata.

E’ il gioco delle parti, un gioco che ormai si conosce bene e che non dovrebbe sorprendere. La Ancelor Mittal voleva sedersi al tavolo della trattativa forte del suo piano industriale che prevede circa 4000 esuberi e la ridiscussione dei livelli salariali e del tipo di contratto da applicare nella nuova società (per intenderci, il cosiddetto “Job act”). 4000 esuberi che non andrebbero in mezzo alla strada, ma verrebbero utilizzati, almeno per i prossimi 5 anni (ma si sa, in Italia niente è più definitivo delle situazioni temporanee) dallo stato in attività relative alla bonifica dei siti inquinati dell’acciaieria.

ilva

(immagine scaricata dal WEB)

Sapete come andrà a finire? Che i sindacati sbraiteranno , la Ancelor Mittal accetterà di ridurre il numero di esuberi (che di certo ha gonfiato ad hoc) e proporrà un compromesso sui livelli salariali (per esempio, riconoscendo buona parte ma non tutto il contratto integrativo in essere). Così i sindacati potranno dire di aver ottenuto quasi due vittorie e faranno passare come inevitabile la applicazione delle leggi dello stato, ovvero del famigerato Job act, che assegna alla Ancelor Mittal la flessibilità(di licenziamento)  che le è indispensabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...