Riso venere con vongole e pesce spada

Riso Volevo fare un primo che si potesse mangiare tiepido, e così ho pensato al riso venere. Riso che è stato creato una quindicina di anni in Italia fa incrociando una pianta asiatica di riso nero con una varietà bianca italiana. Di fatto è un riso integrale con alto contenuto di fibre, che ormai si trova sugli scaffali dei supermercati (e costa più di un riso tradizionale).

Per insaporire il riso ho pensato di usare delle vongole e, non volendo cucinare anche un secondo, vi ho aggiunto del pesce spada. Ecco cosa ho utilizzato e come ho proceduto:

Ingredienti (per 4 persone)

Riso Venere: 300 g.
Vongole: 1 kg
Pesce spada: 300 g (due tranci)

e poi: prezzemolo tritato, zenzero (fresco), olio, sale, pepe

Preparazione

Per prima cosa ho messo su una pentola con abbondante acqua, quando è arrivata a bollore ho aggiunto il sale (con moderazione) e quindi il riso. Tenete presente che il riso venere tiene benissimo la cottura, e qualche minuto in più di quanto consigliato (nel mio caso rispetto ai 18-20 minuti suggeriti ne ho fatti passare 25-26). Mentre il riso cuoceva, in una padella a bordi alti ho scaldato dell’olio e vi ho versato le vongole, coprendo poi la padella con un coperchio per aumentare la temperatura interna. Pochi minuti e le vongole si sono aperte. Le ho via via private del guscio e messe a riposare in una scodellina tenendone alcune con il guscio per decorazione. Ho sbucciato lo zenzero e l’ho grattugiato servendomi di una normale grattugia per il parmigiano, raccogliendo in un piatto sia il liquido che fuoriusciva sia le fibre che man mano si staccavano. Infine ho tagliato i due tranci di pesce spada a dadini, pronti per essere scottati in padella.

Quando il riso ha raggiunto una cottura al dente (non meno di 25 minuti), l’ho scolato ben bene, e versato in una zuppiera capace, ho aggiunto le vongole sgusciate, un po’ di olio ed il succo ottenuto strizzando lo zenzero tritato (in alternativa allo zenzero si può usare del succo di limone, ma il sapore del limone è più invasivo), del prezzemolo tritato e ho mescolato lasciando poi riposare pochi minuti. Nel frattempo in una padella con un po’ d’olio ho saltato i dadini di pesce spada condendoli con sale e pepe secondo il gusto personale.

A questo punto si tratta solo di impiattare: con un coppapasta ho creato al centro del piatto un tortino di riso venere con le vongole, sopra il quale ho adagiato un paio di cucchiai di pesce spada. Tutto intorno ho disposto le vongole con il guscio, e rifinito il piatto con del l’altro prezzemolo tritato ed un giro di olio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...